Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il ministro Al-Mufti a Palazzo Lascaris

Foto del comunicato stampa “L’Italia, in seno ai paesi europei e occidentali, ha avuto negli scorsi anni un ruolo importante per la stabilizzazione dell’Iraq, uno sforzo che è costato tanti sacrifici di vite umane, da parte di tutti. Credo che questo sia uno stimolo per incoraggiarci, anche per non tradire l’impegno di coloro che hanno perso la vita, a lavorare per consolidare le ottime relazioni che esistono fra l’Iraq e l’Italia, e tutti gli altri paesi. Vi sono grandi problemi in questo periodo di stabilità finanziaria, ma credo ci si sia finalmente avviati verso una soluzione basata sulla cooperazione, sulla base del principio che la crescita di un paese non può e non deve avvenire a scapito di un altro, che dal progresso di tutti arrivano benefici che nessun paese singolarmente potrebbe ottenere”.
Così si è espresso il presidente del Consiglio regionale, Valerio Cattaneo, aprendo l’incontro di questa mattina con la delegazione irachena nella Sala Viglione di Palazzo Lascaris.

La delegazione era guidata da Hassan Al-Mufti, ministro per gli Affari dei governatorati e composta tra gli altri dal viceministro alla Programmazione, Ismail Alalak e dal governatore di Baghdad, Abdelrazaq Al-Hameed.
Secondo Al-Mufti, “La scelta della visita nel vostro paese non è casuale perché avete una storia antica come la nostra e da voi vogliamo trarre insegnamento per mettere a punto il nostro sistema di enti locali”.
È intervenuto all’incontro anche il vicepresidente dell'Assemblea regionale Riccardo Molinari, che ha affermato di essere “veramente emozionato nell’incontrare in Piemonte una delegazione del governo di Baghdad dopo che in questi anni abbiamo collaborato alla rifondazione di un paese così importante”.
Oltre a Cattaneo e Molinari hanno partecipato il consigliere segretario Gianfranco Novero e il vicepresidente della Giunta regionale Ugo Cavallera.

L’incontro - nel corso del quale sono state illustrate le potenzialità e le eccellenze del Piemonte nell’ambito del sistema Italia e l’attuale situazione in Iraq in relazione alla possibilità di sviluppo di rapporti economici e culturali bilaterali - è stato moderato con l’ausilio del direttore del Cif-Ilo, Dario Arrigotti. La delegazione del paese medio-orientale è attualmente in Piemonte ospite del Centro internazionale di formazione di Torino.

Galleria fotografica

abruno
pmorelli