Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Relazione Commissione Urbanistica

Foto del comunicato stampa
In conclusione di seduta, il 20 dicembre, l’Aula ha votato favorevolmente all’unanimità dei votanti la presa d’atto della relazione sui lavori appena conclusi della Commissione d’inchiesta urbanistica. Il presidente della Commissione Andrea Buquicchio ha illustrato la relazione affermando che la Commissione ha utilmente costituito un forum per analizzare la situazione urbanistica del Piemonte.
Parere favorevole alla relazione e all’esito dei lavori sono stati espressi anche dal vicepresidente della Giunta Ugo Cavallera e dai vicepresidenti della Commissione Daniele Cantore e Gianna Pentenero.
A seguito dell’analisi degli strumenti urbanistici e degli atti dei Comuni oggetto di indagine (Moncalieri, Nichelino, Chivasso, Rivarolo Canavese, San Mauro Torinese, Orbassano, Cuorgné. Leinì, Ivrea, Ciriè, Torino, Biella, Vercelli, Verbania, Novara, Asti, Alessandria, Cuneo, Rivoli, Grugliasco, Castiglione Torinese, Chieri, Giaglione e Chiomonte), è emersa in generale una cultura del progetto “per parti”, che colloca in secondo piano valenze storiche e sociali del contesto, nella convinzione dell’efficacia degli interventi imprenditoriali sul breve periodo, ma in alcuni casi indifferenti alla ricerca di qualità urbana. Fra i suggerimenti della Commissione c’è quello di ridurre il ricorso alle varianti parziali per limitare fortemente il consumo di suolo e di potenziare la comunicazione verso i cittadini al fine di valorizzare trasparenza e completezza degli studi e delle ipotesi di trasformazione urbanistica del territorio. Per quanto riguarda i controlli, la Commissione propone infine di introdurre la possibilità per la Regione, nella formazione di nuovi strumenti urbanistici generali, di verificare la corrispondenza fra effettive esigenze territoriali riferite a nuovi insediamenti con quelli previsti in progetto e di prevedere un ruolo più stringente ed efficace degli strumenti di pianificazione sovracomunale, per restituire più coerenza tra la pianificazione locale e quella sovracomunale.


ecorreggia

Il testo integrale della relazione