Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

La Commissaria Ue Malmstrom

Foto del comunicato stampa Protezione e sicurezza dei cittadini Ue. Questo il tema del secondo Dialogo con i cittadini, organizzato in Italia dalla Commissione europea, nell’ambito dell’Anno europeo dei cittadini, che si è tenuto il 21 febbraio a Torino con la partecipazione della Commissaria per gli Affari interni Cecilia Malmström.
L’esponente dell’Esecutivo Ue ha dibattuto con i rappresentanti della cittadinanza, della società civile e degli enti locali sui problemi legati alla libertà di circolazione, alla riforma di Schengen e sul miglioramento del controllo delle frontiere esterne, sulle politiche europee sulle migrazioni e sull’asilo, la lotta al crimine organizzato e al terrorismo, la corruzione, la sicurezza e la protezione online.
Il dibattito, moderato dal conduttore radiofonico Federico Taddia, è stato incentrato quindi su quello che l’Unione può fare, sta facendo e farà per creare uno spazio europeo di giustizia, libertà e sicurezza e per garantire i diritti fondamentali che ne derivano per i cittadini europei.
“C’è la necessità di procedere a un'analisi completa e coordinata della governance di Schengen. Inoltre, per rafforzare la fiducia tra cittadini Ue e Stati membri, l’area di Schengen ha bisogno di un rafforzamento del sistema di valutazione e monitoraggio. Un sistema di monitoraggio ben funzionante deve garantire che le norme vengano rispettate da tutti e fornire le risposte richieste nelle situazioni in cui uno Stato membro si trovi ad affrontare problemi nella gestione della propria sezione di frontiera esterna Ue. La migliore risposta a tale necessità è l’adozione di un approccio più spiccatamente comunitario”, ha puntualizzato Malmström.
Sullo sfondo, una domanda che la stessa Commissaria ha posto alla platea: “Quale tipo di Europa volete nei prossimi anni per far fronte alle sfide del mondo? Che cosa vi aspettate concretamente dall’Unione europea affinché valga effettivamente la pena farne parte?”.
“E’ importante creare un’Europa che non sia solo moneta, finanza e mercato, ma che sia fatta soprattutto di uomini intesi come esseri umani”, ha risposto da par suo la stessa Malmström.
La prima tappa era stata a Napoli il 30 novembre scorso sul tema dell'occupazione con il Commissario europeo László Andor. Dopo Torino e il tema della protezione dei cittadini e della sicurezza dell’Europa un terzo evento di dialogo è previsto a Roma con il Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani il 18 marzo, dedicato all'imprenditorialità.

mbocchio

Galleria fotografica