Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Parità di genere, risultati e obiettivi

Foto del comunicato stampa Le conquiste, le sfide e i passi ancora da compiere perché la parità fra uomo e donna diventi effettiva sono stati al centro della conferenza “L’uguaglianza di genere nel 21 esimo secolo: il punto di vista dell’Ilo” ospitata nell’Aula di Palazzo Lascaris il 29 maggio, organizzata dalla Consulta delle Elette, dalla Consulta femminile e dall’International training centre (Itc) di Torino dell’Ilo (International labour organization).
Ospite d’eccezione del convegno Jane Hodges, direttrice dell’ufficio per l’uguaglianza di genere dell’Ilo di Ginevra, che ha ricordato le principali convenzioni e raccomandazioni attraverso le quali l’Organizzazione internazionale per il lavoro promuove la parità di genere, una priorità fin dalla sua fondazione nel 1919. Si tratta della Convenzione per l’equa remunerazione, quella sulla discriminazione a livello occupazionale, il documento sui lavoratori con responsabilità familiari e la convenzione per la protezione della maternità.
Hodges si è congratulata con l’Italia per la ratifica di ieri della convenzione di Istanbul, che costituisce uno strumento di intervento internazionale, giuridicamente vincolante, per la protezione delle donne contro ogni forma di violenza. “E’ importante che gli Stati rafforzino sempre più il loro impegno nel combattere la discriminazione di genere – ha dichiarato Hodges – e da sempre incoraggiamo la costituzione di organismi di parità o commissioni di qualità all’interno delle istituzioni politiche”.
“In Italia, pur avendo compiuto tanti passi avanti, siamo consapevoli che il cammino da percorrere per l’uguaglianza di genere sia ancora lungo”, ha affermato il presidente del Consiglio regionale, Valerio Cattaneo. “L’attenzione va mantenuta alta, soprattutto in questo momento, in cui una grave crisi economico-finanziaria sembra minacciare i risultati già conseguiti. In Consiglio regionale stiamo affrontando il dibattito sulla nuova legge elettorale e c’è accordo trasversale per dare a questo tema un pieno riconoscimento”.
È intervenuta anche la direttrice dell’International training centre (Itc) di Torino Patricia O’Donovan, che ha menzionato la felice collaborazione che lega l’Itc al Consiglio regionale del Piemonte per l’attività di formazione.
La consigliera Rosa Anna Costa, componente della Consulta delle Elette, ha sottolineato la presenza di questo organismo in Piemonte con il ruolo di sostenere le donne desiderose di impegnarsi in politica e, insieme a Maria Agnese Vercellotti Moffa, presidente della Consulta Femminile, ha ribadito l’importanza di migliorare le legislazioni locali e nazionali a favore della parità di genere.

ecorreggia