Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Per cooperative e socioassistenziale

Foto del comunicato stampa La IV Commissione (Sanità), presieduta da Carla Spagnuolo, ha espresso il 21 novembre parere preventivo favorevole a due proposte di deliberazione proposte per la Giunta regionale dall’assessore alla Sanità Ugo Cavallera.

La prima riguarda gli interventi che, nell'ambito d’attività d’assistenza scolastica, possono essere gestiti da cooperative sociali di tipo A (quelle destinate ai servizi alla persona) e riguardano, in particolare, il contrasto all'abbandono e alla dispersione scolastica e il sostegno a servizi socioasistenziali ed educativi in ambito culturale, ricreativo e sportivo e agli allievi in condizioni di svantaggio. La delibera dà attuazione alla legge regionale sulla cooperazione, che riconosce alle cooperative sociali di tipo A la possibilità di gestire servizi educativi anche riferibili al mondo dell'istruzione, e alla legge regionale sull'istruzione, che recepisce e valorizza il principio della sussidiaretà ponendo particolare attenzione alle fasce deboli della popolazione.

La seconda prevede lo stanziamento di 168mila euro a favore degli organismi di collegamento e coordinamento del volontariato per progetti d’intervento in favore della famiglia e del mantenimento a domicilio di persone disabili e anziane. Essi possono riguardare l'attivazione di servizi nuovi e innovativi o il potenziamento e lo sviluppo di servizi già attivi e coinvolgere soggetti pubblici e privati che operino all'interno del welfare piemontese. Il tetto massimo di contribuzione è di 30mila euro e i progetti sono finanziabili per un massimo dell'80% del loro costo. Per l’attuazione della delibera è previsto un bando che stabilirà termini, condizioni, modulistica e criteri di valutazione dei progetti.

ctagliani