Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Codice di comportamento

Foto del comunicato stampa La legge 190/2012 ha introdotto nuove misure per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nelle Pubbliche amministrazioni. Le PA sono chiamate ad assicurare la trasparenza anche attraverso l’attività istituzionale pubblicata sul proprio sito web.
Sul sito del Consiglio regionale del Piemonte infatti (nella sezione Organizzazione, Amministrazione trasparente) sono pubblicate le informazioni al cittadino con le modalità per esercitare l’Accesso civico (per ottenere le informazioni e la pubblicazione di documenti dell’amministrazione), il testo del Piano triennale per la prevenzione della corruzione e il Codice di comportamento dei dipendenti del Consiglio regionale.
In particolare il Codice di comportamento dei dipendenti definisce puntualmente le regole a cui devono attenersi gli assunti a tempo indeterminato, determinato o in distacco presso altri enti. Alcune novità rilevanti riguardano la disciplina sui regali o altre utilità ricevute da terzi che non possono superare il valore di 50 euro e non devono essere legati a uno specifico atto. Disciplinate anche l'adesione ad associazioni, le richieste di contributi e patrocini e i diversi casi di conflitti di interesse. Ai dirigenti, prima di assumere le funzioni, viene chiesto di comunicare partecipazioni finanziarie o altri interessi che possano essere in conflitto con la funzione pubblica, anche riguardanti i parenti fino al secondo grado.



fcalosso