Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Concorso Racconta il tuo Piemonte

Foto del comunicato stampa La Fondazione Culturale Piemontese Savej, con il patrocinio del Consiglio regionale del Piemonte, ha bandito il concorso letterario “Racconta il tuo Piemonte” che scade il 31 maggio.

Il concorso prevede due sezioni distinte: una riservata a chi si esprime in lingua italiana e l’altra a chi scrive in piemontese. Per incoraggiare i partecipanti che intendono esprimersi in lingua piemontese, Savej ha istituito un premio speciale di mille euro da assegnare al primo classificato della sezione “lingua piemontese”.

“Drit e sincer, cosa ch’a sun, a smijo” “Retti e sinceri, quello che sono, sembrano”. Così il poeta Nino Costa descriveva la gente del Piemonte nella prima metà del ‘900. Ma che cos’è oggi il Piemonte per i suoi abitanti? Terra di vini e paesaggi montani ma anche luogo della memoria, terra d’incontro tra culture differenti. Tradizioni e storie che si sono intrecciate e radicate nel territorio. Cos’è rimasto e cos’è diventato il Piemonte? Manda il tuo racconto per conoscere il Piemonte attraverso il tuo sguardo.

Il progetto del concorso letterario “Racconta il tuo Piemonte” ha diversi obiettivi: stimolare la produzione letteraria piemontese, in particolare sull’identità piemontese nelle sue diverse espressioni (storica, geografica, economica, sociale e religiosa); illustrare e divulgare con elementi di novità e creatività aspetti significativi della tradizione locale; favorire la diffusione della produzione letteraria piemontese attraverso la pubblicazione in formato elettronico; fornire supporto operativo e linguistico a chi, abituato a parlare in lingua piemontese, non ha mai osato scriverlo. Per la sezione 'lingua piemontese' c’è in palio un premio pari a mille euro.

Per partecipare è necessario iscriversi alla pagina www.piemunteis.it/concorsoletterario/iscrizione, dopo la registrazione, entro il 31 maggio 2014, si può inviare il materiale alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.