Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Centro piemontese di studi africani

Foto del comunicato stampa È stata licenziata il 27 febbraio all’unanimità dalla Commissione Cultura dell’Assemblea regionale, presieduta dal vicepresidente Giampiero Leo, la proposta di delibera che modifica lo statuto dell’Associazione Centro piemontese di studi africani, risalente al 1988.

Il documento, illustrato dall’assessore alla Cultura Michele Coppola, prevede - tra l’altro - l’ampliamento dei fini dell’associazione con la possibilità di promuovere “qualsiasi attività e iniziativa riconducibile alla conoscenza dell’Africa, delle sue culture, ecosistemi, arti, lingue e a sostegno della pace e della cooperazione fra il territorio piemontese e l’Africa” e “svolgere attività editoriali per la pubblicazione di libri e periodici, di atti di convegni, di seminari, studi e ricerche, di materiale culturale,, didattico, anche in forma elettronica che possano rivelarsi strumentali al perseguimento dei propri fini”; l’individuazione degli organi del Centro - l’Assemblea dei soci, il presidente, il Consiglio di amministrazione, il Comitato scientifico e il revisore dei conti - specificazione peculiarità e mansioni.

La proposta di deliberazione passerà all’esame dell’Aula in una delle prossime sedute dell’Assemblea regionale.

ctagliani