Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Meno luce più stelle


Foto del comunicato stampa Il fenomeno dell'inquinamento luminoso, che nasce circa un secolo fa con la diffusione dell'illuminazione pubblica, è una delle forme di inquinamento più pervasive e interessa oltre il 60% della popolazione mondiale. Troppa luce spegne le stelle e il cielo risulta ormai inosservabile da gran parte della popolazione piemontese.

Per sensibilizzare amministratori e cittadini sul tema sono previsti due eventi. Giovedì 12 febbraio alle 21 al Planetario di Pino Torinese, in via Osservatorio 30, si tiene un incontro riservato agli amministratori locali, ai tecnici e in generale a tutti i soggetti che possono nell’immediato intervenire sul problema. E il giorno seguente, venerdì 13 febbraio alle 9.30 - in occasione della Giornata del risparmio energetico - Palazzo Lascaris, sede del Consiglio regionale del Piemonte, ospita il convegno multidisciplinare “Meno luce, più stelle”, nel corso del quale specialisti e ricercatori affronteranno il problema a 360 gradi.

Le innovazioni dell'illuminotecnica saranno presentate dal direttore scientifico dell'Istituto nazionale di ricerche metrologiche Maria Luisa Rastello, l'impatto ambientale e sulla salute sarà illustrato da Silvano Minuto di Pro Natura, gli aspetti legati all’archeoastronomia e a come osservavano il cielo i nostri antenati saranno spiegati da Guido Cossard della Società astronomica italiana. Piero Bianucci e Ginevra Trinchieri dell’Istituto nazionale di astrofisica illustreranno le iniziative previste per il 2015, Anno internazionale della luce, mentre Gian Luca Matteucci e Roberto Borri di Csp innovazione nelle Ict racconteranno come le tecnologie web possano essere utilizzate per il controllo del territorio e dell'inquinamento. Marco Delbò dell’Observatoire de la Côte d’Azur spiegherà come si studiano i corpi minori del sistema solare e quanto sia importante poterli seguire con continue osservazioni, mentre Luca Zangrilli dell’Istituto nazionale di astrofisica offrirà una panoramica storica dell'evoluzione dell'ottica. Infine, Antonaldo Diaferio dell’Università di Torino darà un nuovo significato al buio, dimostrando come l'universo sia in espansione.

Il convegno è gratuito e aperto alla cittadinanza. Per partecipare è necessaria la registrazione al sito http://menolucepiustelle.oato.inaf.it.