Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

A Pragelato “Tempesta 1944-45”

Su iniziativa del Comitato Resistenza del Consiglio regionale, e in occasione dell’anniversario della morte in combattimento del partigiano Mario Costa sul monte Genevris, domenica 2 agosto è andata in scena a Pragelato “Tempesta 1944-45”.

Alla rappresentazione ha partecipato, con il Sindaco di Pragelato, Monica Berton, la vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino.

Lo spettacolo racconta la storia di Mario, figlio del poeta piemontese Nino Costa, partigiano in Val Chisone, che il 2 agosto 1944, appena diciannovenne, assalta armato di bombe a mano un fortino occupato durante la tremenda battaglia sul monte Génévris, nel territorio di Pragelato: colpito alla fronte, muore sul colpo.

Nino Costa, poeta, fra i maggiori esponenti della letteratura piemontese, canta con intenso lirismo il proprio dramma, calandolo però nella tragedia collettiva che ha colpito milioni di persone. Nel suo essere irreparabilmente sopraffatto dal dolore, trova infatti la forza per raccontare la speranza restituita e la libertà conquistata.

Morirà poco dopo suo figlio, nel novembre del ’45, non ancora sessantenne.

Lo spettacolo, con la recitazione di Marco Gobetti e musica con canto dal vivo di Beppe Turletti,  evoca così la storia italiana della metà del secolo scorso e una storia italiana, quella di un padre e di un figlio: Nino e Mario Costa.

 

I fatti in breve

  • Su iniziativa del Comitato Resistenza del Consiglio regionale, e in occasione dell’anniversario della morte in combattimento del partigiano Mario Costa sul monte Genevris, domenica 2 agosto è andata in scena a Pragelato “Tempesta 1944-45”.
  • Alla rappresentazione ha partecipato la vicepresidente del Consiglio regionale Daniela Ruffino.
  • Lo spettacolo racconta la storia di Mario, figlio del poeta piemontese Nino Costa, partigiano in Val Chisone, morto a 19 anni durante la battaglia sul monte Genevris.

Link associati