Beni invenduti, legge in dono al Papa

L’Assemblea regionale il 16 giugno 2015 ha approvato all’unanimità la proposta di legge che promuove interventi di recupero e valorizzazione di beni invenduti, prevalentemente farmaceutici e alimentari.

Una copia della legge è stata consegnata al Santo Padre dalla consigliera Angela Motta (Pd), già relatrice del provvedimento, durante l'udienza generale di mercoledì 2 settembre a Roma.

Insieme alla legge, sono stati consegnati al Papa un libro sul Piemonte, il documentario dell'assessorato all'Agricoltura sull'allevamento della razza bovina piemontese e un libro di ricette astigiane con le vignette di Guarene.

La legge sui beni prevede il recupero per fini economici, sociali e ambientali, dei beni invenduti sul territorio regionale e stanzia 500mila euro per l’anno 2015, destinati principalmente al sostegno delle fasce di popolazione più esposte al rischio impoverimento e alla riduzione dei costi di smaltimento dei rifiuti.

 

(foto Wikimedia Commons)

Dichiarazioni

Angela Motta, consigliera regionale Pd e componente dell'Ufficio di Presidenza: "La consegna al Santo Padre della legge contro lo spreco alimentare e del recupero dei beni invenduti è stata l'occasione per ribadire l'impegno mio e della Regione a favore del sociale e della promozione di azioni concrete per il contrasto della povertà. È stata inoltre una grande emozione personale poter parlare direttamente con Papa Francesco che ha apprezzato l'iniziativa è ci ha invitato a proseguire in questa direzione. Ricevendo i doni che ho portato  dal Piemonte, ha ricordato come questa terra sia a lui molto cara e ricca di cose buone e buone azioni".

Link associati