Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Alla scoperta di Novara

“Novara nascosta” è il titolo della mostra fotografica inaugurata il 7 settembre all’Urp del Consiglio regionale di via Arsenale 14/G, a Torino.

Con la vicepresidente dell'Assemblea regionale Daniela Ruffino è intervenuto il curatore dell'allestimento, Angelo Ficarra. L'incontro è stato moderato dal direttore della Comunicazione istituzionale Domenico Tomatis.  

Presidente del Comitato studentesco dell'Istituto Pascal di Romentino (No), Ficarra ha spiegato che l’allestimento intende portare alla luce gli angoli più nascosti e trascurati della città di Novara per far emergere piccole porzioni di realtà quotidiana abitualmente trascurate.

“Sono tanti gli spazi che, ogni giorno, gli abitanti delle città non rimangono ad osservare. Angoli pregni di storia che poco a poco sbiadiscono all'occhio di chi guarda - ha dichiarato -. Con questa iniziativa il Comitato studentesco ha dato vita a un progetto culturale che tende alla riscoperta della città di Novara, attraverso mostre, conferenze e visite guidate”.

Gli autori degli scatti sono quattro ragazzi di età compresa tra 16 e 20 anni: Alessandro Matacera, Federica Gualerzi, Adelaide Mossina e William Bozzola.

La mostra, visitabile fino a giovedì 17 settembre, è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16. 

I fatti in breve

  • La mostra è visitabile dal 7 al 17 settembre all’Urp del Consiglio regionale di via Arsenale 14/G, a Torino.

  • L'allestimento intende portare alla luce gli angoli più nascosti e trascurati della città per far emergere realtà abitualmente trascurate.

  • Gli autori degli scatti sono quattro ragazzi di età compresa tra 16 e 20 anni: Alessandro Matacera, Federica Gualerzi, Adelaide Mossina e William Bozzola.

Dichiarazioni

“Sono tanti gli spazi che, ogni giorno, gli abitanti delle città non rimangono ad osservare. Angoli pregni di storia che poco a poco sbiadiscono all'occhio di chi guarda. Con questa iniziativa il Comitato studentesco ha dato vita a un progetto culturale che tende alla riscoperta della città di Novara, attraverso mostre, conferenze e visite guidate”, dichiara Angelo Ficarra, curatore della mostra.