Srebrenica due decenni dopo

Venerdì 11 Settembre, alle ore 21, presso la Casa della Resistenza di Fondotoce-Verbania (Vco), con una iniziativa congiunta tra il Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte e l'Associazione Casa della Resistenza, viene ricordato il ventennale del genocidio di Srebrenica: per farlo, si tiene la proiezione del film Resolution 819 presentato dal regista Giacomo Battiato.

Presente in sala anche la giornalista e scrittrice bosniaca, originaria di Srebrenica, Elvira Mujicic.
Nella stessa serata, viene inoltre inaugurata la mostra fotografica "Balcani oltre il confine", del fotoreporter torinese Paolo Siccardi. La mostra dura un mese.

Alla serata di commemorazione partecipa il Vice Presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Nino Boeti.

Resolution 819 è una pellicola del 2008, che nell’anno della sua uscita ha vinto il Premio del pubblico Marc'Aurelio d'Oro per il miglior film al Festival internazionale del film di Roma. La trama: Nel luglio del 1995, nell'enclave di Srebrenica, le truppe paramilitari serbo-bosniache di Ratko Mladić compiono un massacro di civili musulmani. La risoluzione 819 delle Nazioni Unite garantiva protezione alla città: di fronte alla conquista della zona protetta, invece, le forze dell'Onu hanno volto lo sguardo dall'altra parte. L'alta corte di giustizia dell'Aja invia il poliziotto francese Jacques Calvez per scoprire cosa sia accaduto ai civili scomparsi: è un viaggio all'inferno. Calvez, tra grandi difficoltà, si imbatte in una realtà ancora in guerra. Per anni si batte per scoprire le fosse comuni e trovare le prove delle torture e degli omicidi commessi dall'esercito di Karadzic e Mladić.

Casa della Resistenza Via Filippo Turati 9, 28924 Fondotoce Verbania. Telefono +39 0323 586802