Interrogazioni discusse in Aula

Interrogazioni a risposta immediata

Sull’esempio di quanto avviene in Parlamento, accanto alle tradizionali interrogazioni e interpellanze, si è aggiunta la discussione delle interrogazioni a risposta immediata, prevista dall’art. 100 del Regolamento interno dell’Assemblea regionale.

Riorganizzazione in Arpa Piemonte

L’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia ha risposto all’interrogazione n. 630, presentata dal consigliere Marco Grimaldi (Sel), sulla riorganizzazione in Arpa Piemonte.

L’assessore ha risposto che il processo di revisione organizzativa di Arpa è contenuto in una legge approvata dal Consiglio regionale, che ha previsto, tra l’altro, un significativo ridimensionamento, con il passaggio dai precedenti otto dipartimenti a non più di quattro. Valmaggia ha poi spiegato che l’attuazione di questo indirizzo è stata demandata al direttore generale ed è stata condivisa anche con il comitato regionale di indirizzo, avviando un percorso di informazione e comunicazione. L’assessore ha infine specificato che nel giugno scorso sono stati pubblicati gli avvisi interni per il conferimento degli incarichi dirigenziali di responsabile delle nuove strutture complesse e semplici e che gli incarichi scaduti nel corso del 2015 non sono stati riattribuiti ma prorogati.

 

Approvazione degli obiettivi del personale dirigente

L’assessore al Personale Giovanni Maria Ferraris  ha risposto all’interrogazione n. 640, presentata dalla consigliera Francesca Frediani  (M5S), sui ritardi nell’approvazione degli obiettivi per il personale dirigente della Regione Piemonte.

L’assessore ha premesso che la Giunta regionale ha messo in campo diversi interventi per incentivare e migliorare il processo, tra cui il rinnovamento e l’aggiornamento dei responsabili di settore, e che occorre dare obiettivi più sfidanti e qualitativamente misurabili.  Ferraris ha poi precisato che gli obiettivi sono stati approvati con una delibera di luglio e che nei prossimi giorni saranno inseriti nella sezione trasparenza del sito.

 

Intensificazione disservizi su bus Sadem

L’assessore ai Trasporti Francesco Balocco  ha risposto all’interrogazione n. 635, presentata dalla consigliera Daniela Ruffino  (Forza Italia), sui disservizi su alcune linee gestite da Sadem.

L’assessore ha innanzitutto precisato che la Regione Piemonte svolge, in attesa che l’Agenzia per la mobilità entri in piena operatività, un ruolo di controllo e di indirizzo rispetto alle attività che svolgono gli enti soggetti di delega, in questo caso la Città metropolitana. Balocco ha poi precisato che la Regione ha, tra le sue priorità, il servizio destinato a chi studia e lavora, e che devono essere eliminate le sovrapposizioni tra servizi bus e treno. Sulla linea segnalata, inoltre, l’assessore ha annunciato che a breve sono previsti la soppressione di un passaggio a livello e l’installazione di un nuovo sistema di comando linea che garantirà minori guasti e dunque ritardi, mentre, per quanto riguarda Sadem, l’assessore ha informato che l’azienda ha proceduto a ampliare il suo parco autobus. “Intenzione dell’assessorato – ha concluso Balocco – è quella di proseguire nell’opera di monitoraggio e di porre, come priorità massima, fra le opere di manutenzione e velocizzazione dell’infrastruttura ferroviaria piemontese, quelle relative alla Torino-Pinerolo”.

 

Nuovo Piano di sviluppo rurale 2014-2020

L’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero ha risposto all’interrogazione n. 631, presentata dalla consigliera Gianna Gancia  (Lega Nord), sull’approvazione del nuovo Piano di sviluppo rurale della Regione Piemonte.

Ferrero ha premesso che la maggior parte delle Regioni italiane ha notificato la proposta del Piano entro il mese di luglio 2014, mentre la Regione Piemonte, a causa della fine anticipata della legislatura, lo ha depositato il 1° settembre 2014 e che a tutt’oggi sono stati approvati i Psr di Bolzano, Emilia Romagna, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Toscana, Trento, Umbria e Veneto.

L’assessore ha poi spiegato che nel marzo scorso il Piemonte ha ricevuto, da parte dei Servizi della Commissione europea, 808 osservazioni formali, a seguito delle quali sono state predisposte modifiche e integrazioni, culminate con l’invio informale di una nuova versione del piano il 16 luglio scorso, su cui sono state formulate ulteriori osservazioni. “Intanto – ha però sottolineato l’assessore – Arpea nel corso del 2014 ha erogato 142 milioni di euro per lo sviluppo rurale cofinanziati dal Feasr, garantendo inoltre la prosecuzione del flusso finanziario ai beneficiari nel 2015 e nei primi mesi del 2016”. “In particolare – ha proseguito Ferrero – nel corso del 2015 Arpea ha effettuato pagamenti sul Psr per 85 milioni di euro ed è in corso di autorizzazione un decreto di pagamento per ulteriori 21 milioni di euro”.

 

Inserimento dell’indicatore del tempo di protrombina nel nomenclatore tariffario

L’assessore alla Sanità Antonino Saitta ha risposto all’interrogazione n. 632, presentata dal consigliere Andrea Appiano (Pd), sull’inserimento dell’indicatore del tempo di protrombina nel nomenclatore tariffario.

“Concordo sull’opportunità di fare inserire questo strumento nell’aggiornamento periodico del nomenclatore – ha risposto Saitta – che, come noto, è molto atteso da vari soggetti e categorie. Mi farò portavoce a Roma di questa esigenza, che però non dipende dal Piemonte, che, come tutti sanno, è ancora sottoposto a piano di rientro e quindi impossibilitato ad intervenire sugli extra Lea”.

 

Organizzazione della rete nefrologica in Piemonte

L’assessore alla Sanità Antonino Saitta ha risposto all’interrogazione n. 633, presentata dal consigliere Domenico Rossi (Pd), sull’organizzazione della rete nefrologica in Piemonte.

Saitta ha risposto che i nuovi direttori generali delle aziende sanitarie piemontesi stanno predisponendo gli atti aziendali, di cui la Regione verificherà la coerenza con le delibere approvate. L’assessore ha precisato che all’interno della delibera 1-600 sarà possibile trovare delle soluzioni che, a saldi invariati, consentano di non far arretrare il nostro sistema sanitario, che è di buona qualità, semplificando e rispettando i parametri di una quantità sufficiente di interventi che garantiscano la sicurezza della salute dei pazienti.

 

Laboratorio di emodinamica di Moncalieri

L’assessore alla Sanità Antonino Saitta ha risposto all’interrogazione n. 638, presentata dal consigliere Giorgio Bertola (M5S), sul mantenimento del laboratorio di emodinamica a Moncalieri.

L’assessore ha risposto che il tema, su cui il Consiglio regionale ha approvato nei mesi scorsi un ordine del giorno, è ancora oggetto di valutazioni e di approfondimento con il ministero, che dovrebbe fornire una risposta entro due mesi al massimo. Saitta ha ricordato che la proposta avanzata dalla precedente Giunta, che vedeva un unico laboratorio di emodinamica strutturato in due sedi, non era stata valutata positivamente dai Ministeri dell’Economia e della Salute e che per questo sono ancora in corso gli approfondimenti.

 

Riorganizzazione dei laboratori analisi nell’area sud-ovest del Piemonte

L’assessore alla Sanità Antonino Saitta ha risposto all’interrogazione n. 639, presentata dal consigliere Mauro Campo (M5S), sulla riorganizzazione dei laboratori analisi nell’area sud-ovest del Piemonte.

L’assessore ha rivendicato l’obiettivo, fissato dalla Giunta regionale, di concentrare in poche sedi le attività dei laboratori analisi. Saitta ha poi risposto che le scelte sono di competenza dei direttori generali, cui la legge affida compiti precisi, che a breve presenteranno gli atti aziendali. L’assessore ha anche aggiunto che le scelte saranno coordinate tra i direttori generali, che sapranno valutare gli elementi rilevati nell’interrogazione presentata.

 

Tirocini per persone disabili e svantaggiate richiedenti asilo

L’assessore alla Formazione professionale Gianna Pentenero ha risposto all’interrogazione n. 634, presentata dal consigliere Domenico Ravetti (Pd), sui tirocini per persone disabili e svantaggiate richiedenti asilo.

L’assessore ha premesso che una delibera della Giunta regionale del 2014 ha anticipato le linee guida nazionali del 22 gennaio 2015, che hanno introdotto i tirocini in deroga finalizzati all’inclusione sociale. Pentenero ha poi annunciato che è stato istituito un tavolo di lavoro con i consorzi socio-assistenziali per lavorare su un progetto specifico a favore dei soggetti con spazi ridotti di attività lavorativa e che l’obiettivo è quello di concludere il percorso entro la fine del mese di ottobre, prevedendo anche un passaggio con l’ispettorato del lavoro, in modo da poter integrare presto la delibera.

 

Attività di tintolavanderia

L’assessore alla Formazione professionale Gianna Pentenero ha risposto all’interrogazione n. 635, presentata dal consigliere Diego Sozzani (Forza Italia), su un’eventuale proroga della designazione del responsabile tecnico delle attività di tintolavanderia.

Pentenero ha ricordato che l’esercizio dell’attività di tintolavanderia è disciplinato dalla legge regionale 8 del 2013, la quale ha previsto, con una disposizione transitoria, che le imprese che esercitano tale attività devono designare il responsabile tecnico entro il 20 settembre 2015. “Detto termine – ha precisato l’assessore – è stato individuato per consentire alle imprese che esercitavano l’attività alla data di entrata in vigore della legge di conseguire il requisito e alle agenzie formative di organizzare i relativi corsi di formazione”. “Dal punto di vista tecnico – ha concluso Pentenero – non sussistono le condizioni per prorogare in via amministrativa il termine previsto dalla legge”.

 

Mutui per interventi di edilizia scolastica

L’assessore all’Istruzione Gianna Pentenero ha risposto all’interrogazione n. 637, presentata dal consigliere Francesco Graglia (Forza Italia), sul perfezionamento del decreto interministeriale di autorizzazione alle Regioni alla stipula di mutui per interventi di edilizia scolastica.

L’assessore ha risposto che è stata chiesta una proroga dei termini entro i quali iniziare i lavori, richiesta della quale si farà carico il presidente della Giunta regionale Sergio Chiamparino, poiché deve ancora essere perfezionato il provvedimento di autorizzazione alla stipula di mutui.

 

emaccanti