Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Delegazione del Marocco

Il Piemonte e il Marocco intensificano ancora di più le loro relazioni grazie al Festival dell’amicizia Torino-Rabat, in programma venerdì 9 ottobre al Centro culturale italo-arabo Dar al-Hikma in via Fiocchetto a Porta Palazzo.

L’evento, sostenuto anche dal Consiglio regionale del Piemonte, è stato al centro della visita della delegazione governativa del Marocco che è stata ricevuta, l’8 ottobre, a Palazzo Lascaris dal presidente dell’Assemblea piemontese Mauro Laus. Rabat è la capitale amministrativa del Marocco.

Accompagnati dal console aggiunto a Torino M. Jamal Chaqchaq, i ministri plenipotenziari Mohamed Benshain Mohamed Al Modouar hanno portato il saluto del re Muhammad VI, mentre Mustapha El Jaouhari ha rappresentato l’Associazione Ribat Al Fath.

“Torino ha una vocazione internazionale anche dovuta alla massiccia, e ben integrata, presenza di cittadini del Marocco sul proprio territorio. È proprio sul tasto dell’interculturalità che dobbiamo battere sempre più. Sono certo che iniziative culturali come il Festival, dal carattere innovativo, aiutino l’integrazione” ha detto Laus.

La comunità marocchina a Torino è la seconda per dimensione e in città sono presenti diverse associazioni culturali. Gli imprenditori a Torino sono oltre 4.600 e oltre la metà di questi si concentrano nel commercio al dettaglio e ingrosso e nelle costruzioni.

Il giornalista e scrittore iracheno naturalizzato italiano Younis Tawfik, presidente del Centro culturale italo-arabo Dar al-Hikma, ha voluto mettere in evidenza “come sempre più cittadini marocchini e analogamente anche cittadini italiani, siano desiderosi di conoscere la cultura dell’altro e di confrontare la propria con quella degli ospiti per percorrere la giusta strada della sana integrazione”.