Tracciabilità dei pagamenti online

Pagamenti per i creditori tracciati nel dettaglio e pubblicati on line sul sito internet: è questa la novità introdotta dall’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale nella seduta dell’8 ottobre.
Il decreto 33/2013 “Amministrazione Trasparente” voluto dal governo Monti chiede che ogni amministrazione metta a disposizione sul web, in un’apposita sezione, tutti i pagamenti e il relativo indicatore di tempestività. Ma con quest’ultima decisione il Consiglio ha deciso di fare un passo in più e introdurre un ulteriore elemento, ossia la tracciabilità dei tempi di pagamento per ciascun creditore, in modo da verificare non solo i ritardi, ma anche il rispetto dell’ordine di pagamento tra i diversi fornitori.
Saranno, quindi, presto disponibili online: data di scadenza del pagamento, data di inserimento, data emissione, eventuali scostamenti nei termini e motivazioni in caso di sospensione.

Dichiarazioni

Mauro Laus, presidente del Consiglio regionale: “Considero un grande risultato quello raggiunto oggi dall’Ufficio di presidenza, su mia iniziativa: il modello di tracciabilità dei pagamenti su cui d’ora in avanti potrà contare il nostro ente è un primato di trasparenza a favore innanzitutto dei fornitori e poi di chi ha l’onere del controllo su tutte le procedure. Mi aspetto che questo sistema venga mutuato subito anche dalle altre amministrazioni pubbliche, a cominciare dalle aziende sanitarie e dalle società partecipate della Regione, dove i significativi ritardi nei pagamenti impongono perlomeno che siano garantite parità di trattamento e regole certe. Sono queste infatti le due condizioni per ridurre al lumicino, se non azzerare, i margini nei quali s’insinuano possibili episodi di corruzione”.