Consegna a Palazzo Lascaris

Un quadro commemorativo della Prima guerra mondiale è stato consegnato, giovedì 22 ottobre 2015, dall’ Associazione internazionale “Regina Elena” onlus al presidente del Consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus.

Alla cerimonia è intervenuto il presidente nazionale dell’Associazione Ilario Bortolan, insieme ai dirigenti Rodolfo Armenio, Alfio Torrisi e Paolo Facelli.

Dalla sua fondazione nel 1990 l’Associazione “Regina Elena” ricorda i caduti della Grande guerra, con diversi pellegrinaggi annuali, in particolare ogni 24 maggio al Sacrario militare di Redipuglia (Go), con la volontà di essere degni del motto “Per non dimenticare e per onorare”.

È stato creato un quadro commemorativo, con una tiratura limitata a cento copie, la prima delle quali era stata consegnata il 4 novembre 2014 al sindaco di Pompei per ricordare il ruolo storico, culturale e spirituale di “Città della Pace”. Lo scorso 24 marzo l’opera è stata donata anche al Senato della Repubblica.

Bortolan ha ribadito anche a Palazzo Lascaris come non si tratti soltanto “di una commemorazione storica quanto piuttosto del ricordo dinamico e vivo del soldato italiano e della sua tenacia, del suo coraggio, della sua fedeltà al giuramento e al senso del dovere che riesce a suscitare negli uomini d’oggi quei sentimenti di compassione e di ammirazione che impongono di misurare le proprie azioni quotidiane con tanto valore. Anche i più tragici e grandiosi eventi si perdono nella memoria se questa non è alimentata”.

Il  presidente dell’Assemblea legislativa del Piemonte Laus, nel fare gli onori di casa, ha voluto evidenziare come sia importante l’attaccamento alla propria storia e alle tradizioni perché costituiscono l’elemento distintivo e fondante di una Nazione.

“Ci sono persone che hanno dato la loro vita, e questo spesso viene dimenticato. Tutta la società, a ogni livello, deve superare l’individualismo e ragionate sempre più in una logica di comunità” ha concluso Laus.

I fatti in breve

  • Un quadro commemorativo della Prima guerra mondiale è stato consegnatodall’ Associazione internazionale “Regina Elena” onlus al Consiglio regionale del Piemonte.
  • Lo scorso 24 marzo l’opera è stata donata anche al Senato della Repubblica.
  • Il  presidente dell’Assemblea legislativa del Piemonte Laus, nel fare gli onori di casa, ha voluto evidenziare come sia importante l’attaccamento alla propria storia e alle tradizioni perché costituiscono l’elemento distintivo e fondante di una Nazione.

Dichiarazioni

“Si tratta di una commemorazione storica quanto piuttosto del ricordo dinamico e vivo del soldato italiano e della sua tenacia, del suo coraggio, della sua fedeltà al giuramento e al senso del dovere che riesce a suscitare negli uomini d’oggi quei sentimenti di compassione e di ammirazione che impongono di misurare le proprie azioni quotidiane con tanto valore. Anche i più tragici e grandiosi eventi si perdono nella memoria se questa non è alimentata” ha spiegato il presidente nazionale dell'Associazione Ilario Bortolan.

“Ci sono persone che hanno dato la loro vita, e questo spesso viene dimenticato. Tutta la società, a ogni livello, deve superare l’individualismo e ragionate sempre più in una logica di comunità” ha concluso il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus.

 

Link associati