Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Comitato regionale del volontariato

Nella seduta del 28 giugno l’Assemblea di Palazzo Lascaris, con voto favorevole a larga maggioranza (3 astenuti), ha nominato le quattro organizzazioni di volontariato all’interno del Comitato regionale di gestione del Fondo speciale per il volontariato presso la Regione, istituto dalla legge regionale 19 agosto 1994, n. 38 (Valorizzazione e promozione del volontariato):

1. Servizio emergenza anziani (S.e.a.) di Torino;

2. Gruppo Assefa di Alessandria;

3. Associazione volontari italiani sangue (A.v.i.s.) provinciale di Vercelli;

4. Associazione italiana donatori organi (A.i.d.o.) provinciale di Cuneo.

L’individuazione delle associazioni maggiormente rappresentative è stata deliberata in ossequio alla legge regionale 23 marzo 1995, n. 39 (Criteri e disciplina delle nomine ed incarichi pubblici di competenza regionale e dei rapporti tra la Regione Piemonte ed i soggetti nominati).

Il presidente della IV Commissione, Domenico Ravetti, che aveva licenziato la proposta di deliberazione, ha spiegato che la scelta è avvenuta tenendo conto della proposta di una dozzina di associazioni da parte del Comitato del volontariato in applicazione del criterio della rotazione e degli altri criteri di legge.

Una voce critica si è alzata dai banchi di Fratelli d’Italia che con Maurizio Marrone ha asserito che il panel delle associazione fosse parziale rispetto a diverse realtà importanti del territorio.

L’assessore regionale alle Politiche sociali, Augusto Ferrari, ha assicurato di aver interpellato ad ampio raggio il territorio ma di essere disponibile a raccogliere le sollecitazioni di Marrone.