Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

In ricordo del Generale Balbo

"I nazisti avevano disseminato l'Europa di campi di concentramento con annessi sottocampi: ogni novanta chilomentri se ne trovava, infatti, uno. Sambuy morì a Fullen, uno dei tanti sottocampi dove non veniva rispettata nemmeno la Convenzione di Ginevra, perchè gli internati militari erano considerati traditori, per la loro scelta di non continuare a combattere al fianco della Germania. Anche gli ospedali e le infermerie di questi campi non erano luoghi di cura ma di tortura, dove le persone venivano barbaramente uccise". Con queste parole il vicepresidente del Consiglio regionale e presidente del Comitato Restistenza e Costituzione, Nino Boeti, ha aperto il convegno “L’internamento degli ufficiali italiani" dedicato al ricordo del Generale Emanuele Balbo Bertone di Sambuy.

Nell'ambito delle manifestazioni per il Giorno della Memoria, ospitate presso il Polo del ‘900, è stato infatti ricostruito il sacrificio del Generale, trucidato il 28 gennaio 1945. L’iniziativa è stata sostenuta dal Comitato e curata dall’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” (Istoreto) e dall’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza (Ancr) in collaborazione con il Museo diffuso della Resistenza, l’Associazione nazionale ex Internati (Anei) e il Centro studi piemontesi.

All’incontro, moderato dal Generale Franco Cravarezza, ha partecipato Pensiero Acutis, presidente di Anei Torino, che ha rivolto un ringraziamento al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, "primo ad aver riqualificato il ruolo degli internati militari". Acutis, tra i pochi attuali sopravvissuti, ha ricordato l'importanza delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, soprattutto per le giovani generazioni.

Boeti ha poi ringraziato le "Forze Armate italiane e i Carabinieri, per il coraggio e la professionalità con i quali operano quotidianamente, rappresentando una garanzia democratica per il nostro Paese, che ne riconosce l'alto valore".

E' stato inoltre proiettato un monitoraggio di numerose videointerviste realizzate dall'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza.

Nel corso del dibattito sono intervenuti: Cristian Pecchenino,ricercatore dell'Istoreto; Maurizio Cassetti e Corrado Borsa, rispettivamente ex dirigente  e storico dell'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza e  Albina Malerba, direttrice del Centro studi piemontesi.

 

I fatti in breve

  • Al Polo del '900, in occasione delle manifestazioni per il Giorno della Memoria, si è svolto un convegno dedicato al ricordo del Generale Balbo Bertone di Sambuy.
  • Si è parlato del delicato e poco noto tema dell'internamento dei militari italiani nei campi tedeschi.
  • Il convegno è stato organizzato dal Comitato Resistenza e Costituzione, dall’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” e dall’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza in collaborazione con il Museo diffuso della Resistenza, l’Associazione Nazionale ex Internati, Sezione di Torino - Centro Studi Piemontesi.

Link associati