Pulizie in Consiglio, firmato l’accordo

“Ringrazio l’azienda, ringrazio le organizzazioni sindacali e mi dispiace molto per quanto hanno sofferto i lavoratori, che abbiamo tutelato dall’inizio alla fine di questa vicenda. Il disagio del personale addetto alle pulizie in Consiglio regionale è stato fin da subito anche il nostro. Ed è per questo che ho fortemente voluto che si arrivasse oggi ad un accordo. Quando ad un tavolo di trattativa convergono competenza e responsabilità da parte di tutti si arriva necessariamente all'obiettivo comune: tutela dei posti di lavoro e della dignità delle persone”. Queste le parole del presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, alla firma dell’accordo tra Lucentezza Srl e Sindacati, appena sottoscritta a Palazzo Lascaris, che mette fine alla vertenza aperta nelle settimane scorse.

In sintesi l’intesa prevede una riduzione oraria definitiva del 10 per cento (quella chiesta dall’azienda era del 46 per cento inizialmente, poi portata al 37), quindi inferiore alla riduzione delle superfici da pulire presso le sedi dell’Assemblea subalpina, che è di oltre il 12 per cento.

La Lucentezza Srl, inoltre, ha dato disponibilità ad affidare altre 65 ore di lavoro mensili presso diversi cantieri a Torino e primissima cintura, ore che potranno aggiungersi per le lavoratrici e i lavoratori a quelle effettuate in Consiglio.

Nell’ambito dell’accordo è stato dato un incentivo all’esodo a 4 lavoratori, commisurato in tre mensilità.