Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Consiglieri in erba a Palazzo Lascaris

Una seduta speciale dell’Assemblea legislativa in cui gli studenti vestono i panni dei consiglieri, in una sorta di istruttivo gioco di ruolo che vede coinvolti i ragazzi nella discussione e votazione dei progetti di legge da loro ideati e proposti.

Anche quest’anno si è svolta la giornata conclusiva di Ragazzi in Aula, il progetto didattico di open government giunto alla XIX edizione.

“Si tratta di un’iniziativa importante con la quale il Consiglio regionale intende avvicinare il mondo dei giovani e della scuola alle istituzioni”, ha affermato il consigliere segretario che ha presieduto la seduta. “Le proposte di legge che avete presentato hanno piena dignità e, come accade per tutte le altre proposte di legge, saranno trasmesse ai gruppi consiliari.  Proprio attraverso questo meccanismo è nata una legge regionale, la n. 33 del 3 dicembre 2008, Valorizzazione dei quadranti solari, da un'idea dei ragazzi del liceo classico Arimondi di Savigliano (Cn), presentata nell’edizione 2005 di Ragazzi in Aula”.

Il progetto - avviato nel 1998 dall’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale – ha lo scopo di far conoscere ai ragazzi delle scuole superiori del Piemonte la realtà del Consiglio regionale e i processi decisionali che lo caratterizzano.

Per questa edizione hanno aderito al progetto 7 istituti superiori delle province di Alessandria, Asti, Cuneo, Novara, Torino e Vercelli. Sono stati presentati 17 progetti di legge per la cui valutazione è stata costituita un’apposita Commissione formata da rappresentanti del Consiglio regionale e della Direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.

Nel corso del dibattito in Aula sono state quattro le proposte di legge discusse dagli studenti:

proposta di legge n. 1: “Norme sull’educazione alimentare e il consumo equo e solidale”, Istituto superiore Lagrangia (Vc), classe II A, (Claudia Pasquino, Sara Barberis, Giada Beretta, Giorgia Bertotto, Pietro Odone Sampietro, Miriam Tariki, Erika Volpe). Docente: Luigi Pelaia. Relatrice: Claudia Pasquino. (Approvata con emendamenti con 18 sì, 8 no, 9 astenuti).

Collegato alla proposta di legge è stato discusso e approvato anche un ordine del giorno, primo firmatario Giorgio Miretti (Istituto Arimondi – Eula di Savigliano) che impegna la Giunta regionale “a prevedere, nell’indizione dei bandi per l’assegnazione degli appalti per la distribuzione automatica di alimenti negli istituti scolastici, l’applicazione dei principi di una corretta e sana alimentazione, già previsti per gli appalti relativi all’assegnazione dei servizi delle mense scolastiche”.

proposta di legge n. 2: “Ecofuturo: interventi regionali per l’uso sostenibile dell’acqua e per la riduzione di rifiuti nelle scuole pubbliche e paritarie”.

Istituto superiore Pascal di Romentino (No), classe III A, (Greta Serrenti, Hamna Asif, Greta Bussolini, Stefania Farina, Erica Mombelli, Elena Stranges, Rosa Vallefuoco). Docente: Mario Armanni. Relatrice: Greta Serrenti. (Rimandata in Commissione per revisione della norma finanziaria).

Gruppo di studenti consultati: liceo Berti di Torino, classe IV B, (Alice Bertone, Manuela Gado, Sabrina Latino, Silvia Mirci, Alina Mitoseriu, Ilenia Salerno, Claudia Marie Spennacchio. Docente: Daniela Gallo.

Proposta di legge n.3: “Realizzazioni di applicazioni (App) turistiche”.

Istituto superiore Arimondi- Eula di Savigliano (Cn), classe III H, (Luca Novellini, Chiara Barbero, Alessia Filippone, Giulia Franco, Clara Giraldi, Alessia Milano, Giorgio Miretti. Docente: Angela Russo. Relatore: Luca Novellini. (Rimandata in Commissione per revisione della norma finanziaria).

Proposta di legge n.4: “Disposizioni in materia di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo e istituzione di una giornata regionale dedicata”.

Istituto superiore Mucci di Bra (Cn), classe II G, (Roberto Martino, Martina Cravero, Alessia Isaia, Marta Isaia, Antonio Martino, Marta Tarasco, Alma Vucaj. Docente: Ivano Paola. Relatore: Roberto Martino. (Rimandata in Commissione per revisione della norma sui soggetti beneficiari).

Era presente anche l'assessora regionale al Lavoro, all'Istruzione e alla Formazione, che ha espresso suggerimenti sulla terza proposta di legge e si è complimentata con i giovani consiglieri e consigliere per i loro puntuali interventi, segno di maturità e qualità della preparazione.

I fatti in breve

  • Si è svolta oggi la fase finale del progetto "Ragazzi in Aula".
  • Studenti degli istituti superiori piemontesi hanno simulato una seduta dell'Assemblea legislativa.
  • Quattro i progetti di legge presentati dagli studenti, discussi e votati.

Dichiarazioni

Si tratta di un’iniziativa importante con la quale il Consiglio regionale intende avvicinare il mondo dei giovani e della scuola alle istituzioni”, ha affermato il consigliere regionale segretario che ha presieduto la seduta. “Le proposte di legge che avete presentato hanno piena dignità e, come accade per tutte le altre proposte di legge, saranno trasmesse ai gruppi consiliari.  Proprio attraverso questo meccanismo è nata una legge regionale, la n. 33 del 3 dicembre 2008, Valorizzazione dei quadranti solari, da un'idea dei ragazzi del liceo classico Arimondi di Savigliano (Cn), presentata nell’edizione 2005 di Ragazzi in Aula”.