Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Rifiuti, per la tariffa puntuale non c’è l’accordo

In quinta Commissione (Ambiente e Territorio), si è aperta la discussione sui principi e sulle modalità di applicazione della tariffazione puntuale, senza arrivare per il momento a una posizione condivisa.

Una gestione dei rifiuti urbani che, se venisse applicata, premierebbe i cittadini virtuosi nella gestione della raccolta differenziata penalizzando chi produce più rifiuti.

Nello specifico, il Gruppo Movimento 5 Stelle ha proposto un documento, non ancora sotto forma di emendamento, che se confermato, stabilisce che il consorzio di area vasta determina i costi e formula la tariffa d’ambito, con il criterio della tariffa puntuale.

In linea di principio, sebbene anche la maggioranza si sia espressa favorevolmente per l’applicazione di questa tariffazione, sono sorti alcuni dubbi circa le modalità di gestione, applicazione e coercizione del servizio.

Prima dell’inizio dei lavori della Commissione, si è provveduto all’elezione del vice presidente e vicario dell’organismo in sostituzione di quello dimissionario.

dbarattin

 

Prosegue la discussione sul riordino delle Ipab in Commissione Sanità

La Commissione Sanità ha approvato dodici articoli del disegno di legge di riordino del sistema delle Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza (Ipab).

Accanto ad alcune modifiche tecniche, la Commissione ha approvato due emendamenti di sostanza.

Quello all'articolo 19, presentato dal Movimento 5 Stelle, prevede che le deliberazioni dell'Azienda che vengono pubblicate mediante affissione al proprio albo pretorio "rimangano archiviate in una sezione on-line visibile al pubblico".

Quello all'articolo 21, proposto dall'assessore ai Servizi sociali, prevede che le Aziende per le quali per un triennio vengano a mancare alcuni requisiti (quelli previsti dai commi 3, 4 e 5 dell'articolo 4 del provvedimento), "si trasformino automaticamente in fondazioni o associazioni".

Nel corso della seduta il gruppo FI ha espresso la propria contrarietà al fatto che, diversamente da quanto stabilito, la Commissione non abbia dato seguito alla richiesta di audizione dei rappresentanti del Comune di Torino sul provvedimento.

ctagliani