Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Sette giorni in Consiglio

Prosegue l’esame del disegno di legge 286 “Bilancio di previsione finanziario 2018-2020” nelle ultime sedute del mese di marzo, martedì 27 (orario 10-13 e 14.30-19) e mercoledì 28 (10-13 e 15-19). L’intendimento della Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari è di riuscire ad approvare il documento previsionale prima di Pasqua.

Nell’ordine del giorno vi sarebbero anche la proposta di deliberazione sugli interventi di edilizia sanitaria per la rete ospedaliera, il proseguimento dell’esame dei provvedimenti di legge sulla caccia e, a chiudere i lavori, un nutrito elenco di ordini del giorno.

Mercoledì, alle 14.30, è previsto anche lo svolgimento del question time.

Intensa pure l’attività delle Commissioni permanenti: la quarta (presidente Domenico Ravetti) lunedì 26 marzo, alle 10, audisce i rappresentanti sindacali delle forze dell’ordine sulle problematiche del Numero unico di emergenza, “112”, per proseguire poi, alle 11 in ordinaria, per un approfondimento sul medesimo tema e per concludere l’informativa dell’assessore regionale alla Sanità, Antonino Saitta, sulle procedure di gara delle Aziende sanitarie; alle 12 incontro congiunto della sesta (presidente Daniele Valle) e del Comitato per la qualità della normazione e la valutazione delle politiche, con l’Ires Piemonte sull’attività dell’Osservatorio sul diritto allo studio.  Giovedì 29 la Commissione Ambiente (presidente Silvana Accossato) si riunisce alle 9.30 per esaminare una petizione sui rii collinari, per proseguire poi, alle 10, per una audizione dell’Arpa sul monitoraggio delle acque e sui Livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali (Lepta). Sempre Giovedì, la sesta, si riunisce tre volte: alle 13 per una audizione congiunta con la terza (presidente Raffaele Gallo) del primo firmatario di una petizione per regolamentare la pratica dello “snowscoot”; alle 13.30, altra audizione (non più congiunta) del presidente e della direttrice del Circolo dei lettori sulla attività dell’ente medesimo; alle 15, in ordinaria, per il proseguimento dell’esame del disegno di legge 275 “Disposizioni coordinate in materia di cultura”.

Link associati