Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Stop al trasferimento dei laboratori di Rivoli e Pinerolo

Entro dicembre la Giunta regionale presenterà al Consiglio una proposta di modifica alla delibera di riorganizzazione che inizialmente prevedeva di trasferire l’attività dei laboratori di analisi di Rivoli e di Pinerolo all’Ospedale Mauriziano di Torino. Lo ha annunciato l’assessore alla Sanità Antonio Saitta nel corso della seduta odierna della quarta Commissione, presieduta da Domenico Rossi.

I lavori della Commissione erano cominciati con l’audizione dei rappresentanti delle Rsu dell’Asl To3, che hanno evidenziato i punti di forza dei laboratori di Rivoli e di Pinerolo. Rivoli, in particolare, tratta 3,2 milioni di campioni l’anno contro gli 1,2 del Mauriziano.

Nazzareno Arigò della Uil, Dino Flesia della Cgil e Agnese Avaro della Cisl hanno inoltre ricordato che Rivoli dispone di un laboratorio di ultima generazione, considerato un’eccellenza nazionale ed europea: non un semplice “laboratorificio” ma un luogo in cui gli analisti possono confrontarsi in tempo reale con il personale medico.

Spostare l’attività al Mauriziano, che necessita d’interventi di ristrutturazione e di messa in sicurezza, comporterebbe un rallentamento e una dilatazione dei tempi per quanto riguarda gli esiti delle analisi e un aumento di traffico e inquinamento causato dai veicoli che trasportano i campioni da analizzare. Si sono, infine, raccomandati di decidere al più presto sul da farsi, dal momento che i contratti del personale sono in scadenza.

Nel dibattito dopo l’audizione, il consigliere Gian Luca Vignale (Mns) ha salutato con favore la decisione di Saitta e ha dichiarato che presenterà in Aula una serie di emendamenti per porre rimedio alle criticità presenti in tutta la regione.

Di “regalo di Natale” per la zona Ovest di Torino ha parlato Davide Bono (M5s), che ha chiesto all’assessore di mettere a disposizione della Commissione i dati sulla riorganizzazione e la razionalizzazione della rete dei laboratori di analisi e ha fatto presente che la delibera di modifica non dovrebbe essere emanata dalla Giunta ma dal Consiglio, visto che la Regione è uscita dal piano di rientro.

Grande soddisfazione ha espresso Andrea Appiano (Pd), primo firmatario nei giorni scorsi di una mozione, sottoscritta dalla maggioranza, per chiedere alla Giunta d’intervenire in tempi brevi “per individuare una rete di laboratori hub e spoke autonoma rispetto alle realtà ospedaliere della città di Torino e più funzionale a un territorio molto vasto ed eterogeneo”.

Anche la consigliera Stefania Batzella (Mli), che nella seduta d'Aula del 20 novembre aveva proposto all’assessore Saitta un’interrogazione a risposta immediata sull’argomento, ha giudicato positivamente la sua decisione.

La Commissione ha poi espresso a maggioranza parere preventivo favorevole alla proposta di deliberazione della Giunta sul programma regionale per la copertura dei rischi di responsabilità civile delle Asr.