Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

In Commissione il Piano regionale sulla qualità dell’aria

Il Piano regionale per la qualità dell’aria è stato incardinato oggi in quinta Commissione e con l’anno nuovo prenderanno il via le audizioni suddivise per categoria e che vedranno protagoniste le università, gli ordini professionali, le associazioni ambientaliste, le organizzazioni economiche di categoria, dei consumatori e quelle sindacali.

“Siamo finalmente arrivati a discutere il Piano in Commissione con gli elaborati definitivi, dopo la procedura di valutazione ambientale strategica (Vas) e un complesso iter”, ha dichiarato l’assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia.

Nella seduta presieduta da Silvana Accossato, si è ricordato che l’iter prevede anche il parere del Consiglio delle autonomie locali (Cal) prima di giungere in Aula.

È seguita, con l’approvazione a maggioranza, la modifica del confine della fascia fluviale del Po nel tratto tra i Comuni di Orbassano, Rivalta di Torino e lo stesso capoluogo piemontese. L’assessore ha evidenziato come gli interventi siano stati contenuti con modeste riduzioni ma rendendo così congruo il piano d’area con le previsioni urbanistiche.

È proseguita la discussione generale sulle modifiche normative e cartografiche riguardante il testo unico delle aree naturali e della biodiversità.

Nel corso della discussione sono intervenuti i commissari Antonio Ferrentino, Andrea Appiano, Nadia Conticelli, Giovanni Corgnati (Pd), Giorgio Bertola (M5s), Valter Ottria e Silvana Accossato (Leu) che nel complesso si sono dichiarati soddisfatti del provvedimento.