Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Il Consiglio per l'8 marzo

Arte, spettacolo, lotta alle discriminazioni e molto altro dedicato dall’Assemblea legislativa piemontese all’universo femminile nella giornata internazionale della donna, in programma l’8 marzo. Non una celebrazione rituale, ma un’occasione per ribadire, attraverso vari linguaggi, la centralità e il ruolo fondamentale delle donne nei diversi contesti di vita: pubblico, professionale, privato. La donna, nelle sue dimensioni di figlia, compagna, madre, lavoratrice, come valore aggiunto e determinante all’evoluzione e al miglioramento della società. Numerose le iniziative proposte dagli organismi del Consiglio regionale del Piemonte:

  • Presentazione del portale Sos donna. Il 7 marzo, ore 14.30, presso la sala Tovo della Provincia, in piazza Alfieri 33 ad Asti, la vicepresidente Angela Motta parteciperà alla presentazione del sito web SoS donna, dedicato ai percorsi attivi ad Asti contro la violenza alle donne. Il portale web, esperienza unica nel contesto piemontese, ideato in collaborazione con l'Istituto statale "A. Monti" di Asti,  intende sensibilizzare il mondo delle donne e fornire informazioni per un aiuto immediato; agevolare la visione d'insieme sui servizi attivi sul territorio e fare sentire meno sole le vittime di violenza. Con l’occasione sarà presentata anche una sintesi delle iniziative che il Consiglio regionale ha organizzato a favore delle donne durante la legislatura.

 

  • Su proposta dell’Associazione culturale Teatro italiano del disagio - ATID di Ovada (AL), il Comitato Resistenza e Costituzione propone l’8 marzo lo spettacolo di teatro-canzone "Ragazze coraggio" che il cantautore e drammaturgo Gian Piero Alloisio ha dedicato alle donne partigiane. Lo spettacolo riporta il ritratto di tre donne partigiane: Fidia "Donata" Lucarini, molto attiva nella resistenza tra Piemonte e Liguria, Pierina "Milly" Ferrari, staffetta partigiana di Tagliolo Monferrato nonché testimone chiave del rastrellamento della Benedicta, avvenuto nell'aprile del 1944 e Adriana "Vittoria" Colla,  partigiana delle Valle di Susa, protagonista di un'azione di liberazione di tre partigiani dall'Ospedale Molinette di Torino. Due le rappresentazioni in cartellone: la mattina per le scuole e la sera per la cittadinanza presso il Polo del '900  in via del Carmine 14, a Torino.

 

  • La Consulta femminile regionale ha organizzato, alle ore 10 dell’8 marzo, presso il Cinema Ideal di Torino (sala 700), la proiezione gratuita riservata a studentesse e studenti degli Istituti di istruzione secondaria di I e II grado di Torino e provincia, del film "Il diritto di contare". La pellicola, del regista statunitense Theodore Melfi, tratta dall'omonimo libro di Margot Lee Shetterly, candidata a tre premi Oscar, è ambientata nel 1961 e narra la storia di tre donne afroamericane, assunte alla Nasa in quanto veri  prodigi della matematica, ma, nonostante le indubbie capacità, alle prese con la questione razziale.

 

  • Sempre l’8 marzo, su proposta della Consulta regionale delle elette, durante una pausa dei lavori del progetto “Open Legislation” dell’Associazione Elsa, alle ore 10 nell’Aula consiliare di Palazzo Lascaris, è prevista la messa in scena della rappresentazione teatrale Monumentale dimenticanza della compagnia teatrale ArteMuda. Lo spettacolo, che si svolgerà a Torino il 7 marzo, ad Asti il 9 marzo e a Roma nel mese di giugno, parte dalla convinzione che la brutalità dei fatti violenti ai danni di donne che ogni giorno le cronache ci narrano non sia un fatto emergenziale, ma l’inevitabile conseguenza di una cultura che lega al femminile un disvalore. Se la donna è una nullità anche un crimine ai suoi danni è un atto privo di importanza. Le statue che si animeranno in scena, rappresenteranno Teresa Noce, Rita Montagnana, Rosalie Montmasson e Virginia Oldoini contessa di Castiglione.