Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Case Atc occupate abusivamente: “Numeri in calo”

“Le occupazioni abusive di case Atc sono in aumento? Il Piemonte era tra le regioni più virtuose: ora a che punto siamo?” Sono alcune delle domande che il consigliere dei Moderati Silvio Magliano ha rivolto all’assessore regionale alle Politiche della casa, Chiara Caucino oggi in consiglio regionale nell’ambito dei question time.

“Il trend delle occupazioni è in calo di alcune decine ogni anno e il fenomeno è contenuto in proporzione all’entità del patrimonio immobiliare - ha dichiarato l’assessore Caucino - A seguito dell’emissione della Direttiva dell’ex ministro dell’Interno del 19 dicembre 2018, siamo stati convocati da alcune Prefetture del territorio per verificare il fenomeno delle occupazioni abusive negli alloggi di edilizia sociale e sensibilizzare l’attenzione su questa situazione. Era emerso un quadro circoscritto e costantemente monitorato, rispetto all’entità del patrimonio. Restano ancora da regolarizzare alcune situazioni ben identificate in Piemonte, e attualmente tenute sotto controllo. Il totale degli alloggi gestiti dalle ATC, al 31 dicembre 2018, è di 50.794 unità, così articolate: 10.355 alloggi per il Piemonte nord (20% sul totale); 29.001 per il Piemonte centrale (57% sul totale) ; 11.438 per il  Piemonte sud (23% sul totale). Per la città di Torino siamo davanti ad un trend decisamente in diminuzione: nel 2016 risultavano 79 occupazioni; nel 2017 erano 61, nel 2018 invece 58 occupazioni abusive”.

“Ho voluto rivolgere qualche domanda alla Giunta rispetto al numero di unità abitative indebitamente occupate, anche ma non solo in seguito al superamento dei Campi Nomadi, ai danni soprattutto di chi ha un posto in graduatoria – ha sottolineato il consigliere Magliano - La Giunta ha spesso fatto riferimento al tema della casa in fase di campagna elettorale, per esempio a proposito del tema del fondo salva sfratti, si faccia il punto al più presto della situazione in cui siamo”.

 Durante il Question time è stata data risposta anche all’interrogazione di Maurizio Marello (Pd) sulle nuove linee di trasporto pubblico al servizio del nuovo ospedale di Verduno (Cn); di Ivano Martinetti (M5S) sull’organizzazione del servizio idrico integrato in provincia di Cuneo; di Domenico Ravetti (Pd) sui danni cagionati dalla frana sulla strada provinciale 419 «della Serra»; di Marco Grimaldi (Luv) sulla nuova struttura sanitaria di Venaria  e situazione della rete TPL; di Daniele Valle ( Pd) sui fondi di riserva 2019 dell’Ente di gestione dei Sacri Monti.