Consiglio Regionale del Piemonte

Vai ai contenuti

Bilancio, il Cal chiede un tavolo Regione - Enti locali

Il Cal ha espresso parere favorevole all’unanimità al Ddl 129 “Bilancio di previsione finanziario 2021-2023” condizionandolo all’apertura di un tavolo di confronto tra la Regione Piemonte e i rappresentanti degli Enti locali sui contenuti del maxiemendamento che presenterà l’assessore al Bilancio ai primi di febbraio in Commissione. La condizione contempla anche l’accoglimento di alcune osservazioni.

Questo è quanto è stato deliberato nella seduta odierna dal Consiglio delle autonomie locali, presieduto da Davide Crovella, dopo la relazione dell’assessore regionale al Bilancio Andrea Tronzano e il successivo dibattito.

Di fronte a un bilancio fortemente condizionato dalla crisi sanitaria ed economica causata dalla pandemia da Covid 19, i rappresentanti degli Enti locali non hanno voluto esprimere un parere contrario, nonostante diverse criticità rilevate. Il bilancio risulta incompleto dei fondi statali ed è condizionato dall’esigenza di essere in linea con quanto deliberato dalla Corte dei Conti in relazione ai bilanci regionali che devono essere incentrati sulle spese obbligatorie ed inderogabili.

Tra le condizioni espresse nel parere il riconoscimento delle spese per le funzioni amministrative conferite alle province per un importo non inferiore a quello del 2019; risorse almeno in misura pari agli stanziamenti 2020 per il diritto allo studio, l’edilizia residenziale pubblica, gli interventi per infanzia, minori e asili nido, per disabilità, per i soggetti a rischio di esclusione sociale, nonché la programmazione e governo della rete dei servizi sociosanitari e sociali; rifinanziamento delle agevolazioni sui costi di edificabilità; il mantenimento del Fondo regionale per la montagna in linea con le cifre previste negli ultimi tre anni. Richieste anche per le associazioni fondiarie, i borghi alpini; fiscalità di vantaggio e difesa del suolo.

Link associati