Sette milioni di euro per l’assistenza dei malati psichiatrici

Sette milioni di euro in più per l’assistenza sociosanitaria dei malati psichiatrici. Questo lo stanziamento annunciato oggi dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi. È quanto si propone lo schema di delibera della Giunta regionale di “Riforma del sistema della residenzialità psichiatrica in Piemonte. Revoca parziale delle delibere di Giunta. 30-1517 del 2015, 29-3944 del 2016, 14-4590 del 2017 e 41-6886 del 2018”, cui la Commissione Sanità, presieduta da Alessandro Stecco, ha espresso parere preventivo favorevole all’unanimità.

L’obiettivo principale è mettere al centro i bisogni dei circa 500 pazienti psichiatrici che necessitano di assistenza sociosanitaria costante e gravare il meno possibile sulle loro famiglie, sollevandole dalla compartecipazione alle spese grazie al passaggio dal comparto sociosanitario a quello sanitario.

“Tra le principali novità introdotte dal provvedimento, che stanzia complessivamente 7 milioni di euro – ha spiegato l’assessore – c’è l’introduzione della libertà di scelta del luogo di cura e l’obbligatorietà per ogni struttura di pubblicare la carta dei servizi per consentire ai familiari dei pazienti di valutare la più adeguata ai bisogni di cura e la decisione che il 30% delle ore svolte dagli operatori sia finalizzato alla riabilitazione e al reinserimento sociale. E, ancora, l’istituzione di un unico Osservatorio regionale con compiti di gestione e di verifica al posto degli attuali sette e l’aggiornamento degli scaglioni delle spese di compartecipazione dell’utenza e dei Comuni alla retta giornaliera per tutte le tipologie di comunità psichiatrica”.

Nel corso del dibattito sono intervenuti per la minoranza Marco Grimaldi (Luv) e Francesca Frediani (M4o) che, pur sottolineando la bontà del provvedimento, hanno espresso rispettivamente la necessità di prevedere interventi anche per i minori con problemi psichiatrici, soprattutto nel momento del passaggio alla maggiore età, e per i carcerati.

Carlo Riva Vercellotti (Fdi) e Sara Zambaia (Lega) hanno ringraziato l’Esecutivo per il lavoro svolto e per le risorse messe a disposizione.