Disturbi alimentari, accordo per un testo condiviso

Disturbi alimentari, approda in Consiglio regionale un solo testo di proposta di legge. È questa la decisione presa oggi dal gruppo di lavoro della Commissione Sanità, che lavora appunto sul testo relativo ai disturbi del comportamento alimentare, presieduto da Domenico Rossi, che ha concluso questa mattina la propria attività.

Istituito nel novembre scorso per analizzare le quattro Proposte di legge in materia presentate rispettivamente dai primi firmatari Silvio Magliano (Moderati), Rossi (Pd), Carlo Riva Vercellotti (Fdi) e Sara Zambaia (Lega), ha operato un lavoro di comparazione e di sintesi che ha portato al licenziamento di un testo comune che verrà ora discusso dalla Commissione per poi passare all’attenzione dell’Aula.

Nella seduta ordinaria, presieduta da Alessandro Stecco, sono stati esaminati, ma non votati, 7 emendamenti degli oltre 300 al Disegno di legge “Allontanamento zero. Interventi a sostegno della genitorialità e norme per la prevenzione degli allontanamenti”.

Il provvedimento, presentato per la Giunta regionale dall’assessore al Welfare Chiara Caucino, è stato emendato dalla stessa proponente in seguito alle consultazioni con i soggetti interessati.